Storytelling cosa è e a cosa serve


Storytelling cosa è e a cosa serve

 

Lo Storytelling è una tecnica di comunicazione e di Inbound Marketing ormai diffusa. È efficace e persuasiva, per via degli stimoli emotivi che suscita nel pubblico a cui si rivolge.

Consente di parlare al pubblico usando il cuore, creando storie avvincenti che il pubblico poi diffonderà spontaneamente, con effetti di Viral Marketing.

 

Storytelling traduzione

Il termine Storytelling è composto dalla due parole inglesi Story e Telling: il significato è quello di raccontare una storia ovvero di comunicare qualcosa in maniera creativa.

Un significato alternativo è narrazione di storie.

In termini pratici, si traduce nella pratica di raccontare una o più storie, rivolgendosi a un pubblico definito, per raggiungere un obiettivo.

 



 

Storytelling a cosa serve

Lo Storytelling viene utilizzato nel Marketing per persuadere un determinato pubblico a compiere una specifica azione.

Si tratta dunque di veicolare a un certo target un messaggio contenuto nella storia che viene raccontata, al fine di stimolarne le esigenze per convincerlo a compiere una determinata azione, come l’acquisto di un prodotto o l’adesione ad un servizio.

Grazie alla pratica dello Storytelling, i concetti vengono trasferiti in maniera diretta e, spesso, molto convincente, per via della carica emotiva contenuta nella storia che viene narrata.

Affinché sia efficace, ovviamente, la narrazione deve essere in grado di mantenere alta l’attenzione degli ascoltatori e di suscitare emozioni. Più emozionante sarà il contenuto della storia, oltre che le modalità del racconto, e maggiore sarà il risultato.

Esperienze vissute o fatti reali, ad esempio, sono sempre in grado di catturare l’attenzione ed utilizzarli nello Storytelling può portare ad ottimi risultati.

Grazie alla narrazione di storie in grado di suscitare emozioni negli utenti, se correttamente veicolate,  lo Storytelling può essere dunque utilizzato per obiettivi commerciali ben precisi.

Ad esempio:

  • per stimolare bisogni e desideri nel pubblico di riferimento e vendere prodotti e servizi;
  • per aiutare ad incrementare la Brand Identity e la Brand Loyalty.

 

Storytelling come realizzarlo

Per realizzare un’azione di Storytelling, occorre prendere in considerazione alcuni elementi.

In particolare, occorre:

  • definire in maniera chiara i contorni del proprio brand, illustrando gli obiettivi, i motivi per i quali se ne sta parlando e i valori sottostanti;
  • creare un protagonista, un personaggio narratore che renda più credibile e avvincente la storia;
  • rappresentare il cambiamento, mostrando come l’azienda è mutata nel tempo, migliorando, evolvendosi in nuove sfide, facendo crescere il proprio o i propri brand, grazie anche al pubblico di riferimento;
  • invitare il proprio target all’azione, coinvolgendolo e stimolandolo a compiere azioni;
  • rendere coerente il racconto, pianificandolo con cura e mettendo insieme frasi, immagini e elementi, grazie a una buona strategia.

 

Storytelling vantaggi

I vantaggi dello Storytelling sono legati alla modalità diretta legata alle storie, un mezzo di comunicazione con cui il pubblico ha, solitamente, una certa dimestichezza. Un’azienda o un Brand possono così vestire ad esempio il loro messaggio commerciale in un formato conosciuto dal pubblico di riferimento e veicolarlo così in maniera più efficace.

Rispetto ai classici spot pubblicitari tradizionali, la narrazione di una storia è, in genere, molto più interessante e affascinante. Grazie alla capacità di intrattenimento di uno Storytelling, vi saranno molte più possibilità che il brand di riferimento rimanga impresso nel pubblico.

Inoltre, se la storia è avvincente, potrà essere condivisa dagli utenti ed avere un effetto virale, soprattutto quando lo Storytelling viene veicolato sui Social Network.

 

Storytelling esempi

Esempi significativi di Storytelling si trovano in azioni realizzate da Brand noti a livello mondiale.

Il brand di birra Guinness ha ad esempio lanciato la campagna “Wheelchair Basketball”, dove alcuni amici giocano a basket su una sedia a rotelle: viene raccontata una storia in cui, alla fine, tutti i protagonisti si alzano tranne uno, indicando che avevano deciso volontariamente di giocare seduti per solidarietà nei confronti dell’amico portatore di handicap. Nel finale, si ritrovano tutti al pub a bere e a festeggiare. In questo caso, il tema dell’amicizia risulta particolarmente forte e coinvolgente.

Nel 2016, #TrueTunisia lanciò la campagna #TrueTunisia e Find Your Chile: un viaggio che illustrava le attrazioni della Tunisia: le antiche moschee, le spiagge con foreste lussureggianti alle spalle, le oasi, il deserto. Con la collaborazione di cinque YouTuber, il video raccontava la storia del Paese del Nordafrica, cercando di rilanciare il turismo di un paese caratterizzato da una certa instabilità politica.

Nello Storytelling “Let’s Build” di Lego, viene trattato il tema dell’infanzia: un bambino racconta la stroia mentre sta giocando coi noti mattoncini insieme a suo padre. Le emozioni caratterizzano il video, in cui padre e figlio formano una squadra perfetta, utilizzando i prodotti Lego per costruire fantastici oggetti sull’onda della fantasia.

In una campagna di Microsoft di qualche anno fa, un gruppo eterogeneo formato da scrittori, giornalisti e artisti raccontavano molteplici storie di natura diversa, poi diffuse sui Social Network e su Microsoft Stories, il sito lanciato dalla multinazionale informatica per raccontare storie, idee, luoghi legati all’azienda.

A cura di Gerardo Volpi