eCommerce: principali sfide da fronteggiare


e-commerce

eCommerce, una forma commerciale sempre più diffusa, resa possibile dallo sviluppo continuo della tecnologia. La situazione di emergenza creata dalla pandemia del Coronavirus, che in alcuni periodi ha vietato gli spostamenti fisici delle persone e ha previsto la chiusura di alcuni esercizi commerciali ha peraltro incrementato notevolmente gli acquisti online.

Per le aziende di eCommerce di successo, l’obiettivo diventa ora quello di stabilizzare questo trend di crescita e di consolidare le proprie performance.

Per chi si affaccia ora a questo settore, fare eCommerce può aprire le porte a molte opportunità con una serie di sfide da affrontare: la pianificazione e l’organizzazione aziendale anche in questo campo rivestono un ruolo fondamentale e alcune funzioni, come ad esempio la gestione degli ordini e la logistica, sono cruciali.

Scegliere i partner e le piattaforme più adatte per gestire il proprio business online è pertanto fondamentale.



eCommerce: cos’è

L’eCommerce è una forma commerciale attraverso la quale commercianti e clienti effettuano transazioni tramite il canale web. I beni e servizi oggetto di eCommerce vengono tipicamente ordinati in un negozio online, ad esempio, attraverso un sito web o un’applicazione su smartphone.

L’eCommerce può essere Business to Consumer, dove il cliente finale è un privato, oppure Business to Business, nel caso di aziende.

I settori possono essere i più svariati: food and beverage, abbigliamento e moda, benessere e salute, viaggi, tecnologia, ecc.

Si può poi decidere di sviluppare attività di eCommerce organizzandosi con un magazzino oppure propendere per il dropshipping,  la vendita prodotti online, senza che questi siano presenti fisicamente nel magazzino del venditore.

Non necessariamente l’eCommerce è un’alternativa al business tradizionale: ci sono moltissime aziende che hanno deciso di affiancare attività di Commercio elettronico alla vendita nei negozi fisici, sfruttando le sinergie di tali pratiche. Se vengono organizzati in maniera adeguata ed efficace la comunicazione e il marketing, l’attività di eCommerce può portare a rafforzare in maniera sensibile il proprio brand, avendo una visibilità potenzialmente infinita.

eCommerce: principali sfide da affrontare

Indipendentemente dal settore e dalle modalità di eCommerce, sono comunque molte le variabili da considerare a livello organizzativo.

Non bisogna commettere l’errore di pensare che, dato che si tratta di un’attività online, allora è tutto più semplice e senza criticità. Anzi, considerando che, a livello teorico, è possibile raggiungere clienti in tutto il mondo, alcuni aspetti possono essere anche più complessi.

Si pensi alla gestione degli ordini magari in lingua diversa, alle spedizioni e consegne, alla stampa delle lettere di vettura, alla notifica di tracking, alla gestione multipla dei canali di vendita, al packaging, all’assistenza post-vendita e business intelligence. Anche la comunicazione e il marketing rivestono un ruolo strategico nelle attività di eCommerce.

Avvalersi di un sistema gestionale e logistico efficiente e affidabile è fondamentale.

Vi sono alcuni partner in grado di fornire piattaforme in grado di semplificare i processi di vendita online in un’ottica integrata e multicanale, di connettere i marketplace (ad esempio, eBay, Etsy, Amazon) e le piattaforme di eCommerce (ad esempio, Magento, Shopify, WooCommerce) con tutti i principali corrieri nazionali e internazionali: qui un esempio per scegliere il gestionale per il proprio e-commerce.

eCommerce: vantaggi e svantaggi

Dopo aver considerato gli aspetti organizzativi e logistici nonché aver scelto i partner e le soluzioni migliori per gestire il proprio business, si possono considerare i principali vantaggi e svantaggi delle attività di eCommerce per scegliere la strategia più efficace.

Uno dei principali vantaggi dell’eCommerce è la possibilità di raggiungere un pubblico potenzialmente più vasto, dato che il web non ha pressoché limiti geografici.

I negozi online danno la possibilità di acquistare in qualsiasi momento del giorno e della notte, essendo aperti ventiquattro ore su ventiquattro.

La comunicazione dei siti di eCommerce è poi tendenzialmente più mirata rispetto a quella che si per ritrovare nelle forme di commercio tradizionale, dato che per acquistare è richiesta la registrazione dei clienti, rendendo possibile una certa profilazione e raccolta di informazioni che possono poi essere utilizzate per comunicazioni finalizzate ad acquisti successivi.

Un altro vantaggio può essere rappresentato in generale dai minori costi rispetto alla gestione di negozi fisici, considerando che non v’è un affitto da pagare o bollette relative alle utenze…

Di contro, vi possono essere alcuni svantaggi legati ad esempio ai pagamenti online, ai quali una larga fetta di popolazione non è ancora avvezza.

Inoltre, con l’incremento dei siti di eCommerce, sono aumentate anche le truffe e le pratiche scorrette, considerando che, nella maggior parte dei casi, il pagamento avviene prima della ricezione della merce o dell’erogazione del servizio. Infatti, un altro lato negativo può essere rappresentato dalla mancanza di fiducia da parte del cliente, in assenza di contatto verbale e fisico col venditore. Questo aspetto può essere superato mettendo a disposizione dei clienti dei servizi di customer care o delle chat online per rassicurare sull’affidabilità degli acquisti online.

Un ultimo aspetto di questa rapida carrellata è il fatto di non poter toccare con mano i prodotti negli acquisti sui siti di eCommerce, prima di riceverli. In questo caso, una scheda tecnica curata, corredata da immagini dettagliate può in parte ovviare all’inconveniente.

eCommerce: conclusioni

In conclusione, come per tutte le attività tradizionali, anche per l’eCommerce è fondamentale partire subito con il piede giusto e seguire tutti gli step necessari: un buon business plan, una corretta pianificazione di tutte le fasi della propria attività commerciale, una efficace strategia di comunicazione e marketing e la conseguente scelta delle piattaforme dei partner e degli strumenti più validi sono elementi imprescindibili per avere successo.

A cura di Gerardo Volpi